IL CLUB DEL CAPPELLO ROSSO

Il club del cappello rosso.

Colleziono cappelli e quelli di colore rosso ne ho ben quattro!

Vi confesso che quando avevo vent’anni, non indossavo mai cappelli, e tantomeno di colore rosso, mi sarei sentita troppo al centro dell’attenzione e a quell’età non amavo esserlo affatto.

Anche se sotto sotto ho sempre amato i cappelli, non mi sentivo libera e sicura ad indossarne.

In questi giorni mi è capitato di leggere una poesia, che mi ha fatto pensare sul fatto che noi donne, ragazze, spesso non siamo appieno noi stesse, per paura del giudizio degli altri, per paura di non essere amate ed apprezzate.

“Quando sarò vecchia mi vestirò di viola
con un cappello rosso che non si intona e non mi dona.
E spenderò la mia pensione in brandy e guanti estivi
E in sandali di raso, e poi dirò che non abbiamo soldi per il burro.
Mi siederò sul marciapiede quando sarò stanca
E arrafferò assaggi di cibo nei negozi, suonerò tutti i campanelli
Farò scorrere il mio bastone sulle ringhiere
E mi rifarò della sobrietà della mia giovinezza.
Uscirò in pantofole sotto la pioggia
E raccoglierò fiori nei giardini degli altri
E imparerò a sputare.

Quando sei vecchia puoi indossare assurde camicie e ingrassare
E mangiare tre libbre di salsicce in un colpo solo
O solo pane e sottaceti per una settimana,
E accumulare penne e matite e tappi di bottiglia e cianfrusaglie nelle scatole.

Ma ora dobbiamo indossare vestiti che ci tengano asciutti,
E pagare l’affitto e non dire parolacce per strada
E dare il buon esempio ai bambini.
Dobbiamo invitare amici a cena e leggere il giornale.

Ma forse dovrei cominciare a fare un po’ di pratica adesso?
Così chi mi conosce non rimarrà troppo scioccato e sorpreso
Quando improvvisamente sarò vecchia, e comincerò a vestirmi di viola”.
(Jenny Joseph)

Se un giorno doveste incontrare in una piazza, in abiti viola  cappelli rossi, guanti in pizzo e scarpe in raso, un gruppo numeroso di donne in età, ecco tranquilli non siete catapultati in un film di Fellini, ma avete incontrato le socie della Red Hat  Society, un club fondato in California nel’97 diffuso poi in 25 Paesi con oltre 70.000 socie.

Che faranno mai queste signore col cappello rosso?

Beh di certo non si annoiano, si divertono, fanno tutto quello che  un tempo si diceva sconveniente, o che avrebbe dato di loro una brutta impressione, eh si loro lo dicono chiaramente, che le piace rubacchiare gli assaggi nei negozi o fare scherzi ai citofoni.

Le donne del Red Hat  Society dicono: “Abbiamo passato una vita a occuparci di altri, e a stare attente a non dare il cattivo esempio, adesso è il momento di divertirci.”

Scherzetti, sabotaggi, ma anche the, balli e  viaggi, il tutto  senza politica e senza impegno.

Nel club del cappello rosso ci sono donne over 50 manager d’azienda, casalinghe, intellettuali, ex segretarie, e molte artiste naturalmente.

Per chi fosse interessata, diventare socie è facile, basta pagare 39 dollari l’anno, comprare un cappello rosso e un vestito viola, imparare a bere brandy dalla bottiglia e dotarsi di guanti in pizzo. In Italia il club non c’è ancora, che ne dite lo fondiamo?

Nel frattempo però, perché aspettare di diventare vecchi per essere sé stessi? Prima si comincia meglio è, io ho iniziato indossando il mio cappello rosso!

Cappello rosso: Zara

Camicia: H&M

Cappotto: H&M

Pantaloni: Ferrone

Scarpe: Bata

Borsa: Furla

Occhiali: RayBan

Rossetto: Mac Ruby Woo








28 commenti su “IL CLUB DEL CAPPELLO ROSSO

  1. Guarda secondo me una dovrebbe divertirsi pure prima di diventare vecchia, se no sai che vita sprecata?
    Certamente dire parolacce e comportarsi in modo assurdo (tipo magiare solo dolci per una settimana: poi ci finisci comunque all’ospedale) non è bello nè saggio nè da giovani nè da vecchi, ma per quanto riguarda la moda oggi per fortuna c’è molta più libertà e con un pò di buon gusto si può indossare praticamente tutto a qualunque età!
    Delizioso il tuo look, il cappellino rosso ti dona un sacco, e la camicia è un’amore!!! 🙂
    Baci!
    S
    https://s-fashion-avenue.blogspot.it

  2. ciao tesoro,
    che bella che sei e che look di tendenza. Anch’io adoro i cappelli e ne ho davvero un bel po’ anche se spesso non li uso.
    stupendo lo stivaletto. un abbraccio cara

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.