Da donna a donna

ceretta all'inguine con Vett,

Noi donne siamo coraggiose per tanti motivi e tra i tanti non escluderei la depilazione.

Si la ceretta.

Eravamo bambine, quando le nostre mamme e nonne ci cominciarono a ripete: “chi bella vuole apparire qualche pena deve soffrire“. Con questa frase sempre nella testa, ci sottoponiamo in nome della bellezza ad ogni tipo di “tortura”come la ceretta di gambe, braccia, viso, ascelle…

Dobbiamo orgogliosamente ammettere però, che ormai è diventata una routine per noi donne e che non ci crea più tante ansie.

La ceretta all’ inguine o bikini, però è tutta un’altra cosa.

Ci sono donne che la vivono come una vera e propria tortura, altre se pur dolorosa la ritengono indispensabile, altre invece trovano dei metodi alternativi.

Secondo una ricerca fatta dall’ Ipsos, la zona bikini è al terzo posto fra le zone del corpo depilate regolamente, dopo le gambe ((83%) e le ascelle(73%). Inoltre il 68% delle donne per motivi di pudore o economici, preferisce effettuare la depilazione in casa.

Ecco perchè è necessario perfezionarci e rendere l’operazione efficace e sopportabile.
Metodi per depilare l’inguine:

La ceretta è senza dubbio il metodo più usato perchè piu efficace, anche se un pochino doloroso. La pelle resta liscia per almeno 3 settimane e il pelo cresce sempre più debole e morbido. Un suggerimento utile è lavarsi con acqua tiepida prima della depilazione della zona bikini, questo favorirà l’apertura dei pori, facilitando l’intera operazione.

La crema depilatoria è indolore ed è consigliata per una depilazione bikini perfetta, da evitate le zone piu’ delicate, poichè contiene agenti chimici e potrebbe irritare le pelli più sensibili.

 Il rasoio è il metodo più rapido e indolore per eliminare i peli superflui, ma con qualche effetto collaterale, visto che i peli ricrescono più rapidamente e ispessiti.
Molto spesso da ragazzine si scelgono i metodi veloci ed indolore come crema o rasoio, ed anche per me è stato così, appena nel periodo della pubertà mi sono trovata a dover risolvere questo noioso problema.
Crescendo ho provato la  ceretta all’inguine con Vett, che ha il grande vantaggio di rimuovere i peli dalla radice, allungando fino a quattro settimane la ricrescita
Per rendere tutto veloce e senza impiastri, io uso le strisce depilatorie a freddo che riscaldo semplicemente sfregandole tra le mani ed applico sulla zona, infine strappo con un colpo deciso.
Per le donne più pazienti di me e che vogliono un risultato da far invidia ad un salone di bellezza, esiste anche il roll-on elettrico con cera a caldo.
Insomma da donna a donna, io vi ho detto il mio segreto in fatto di depilazione, ora tocca a voi dirmi il vostro!

ceretta all'inguine con Vett,
812309810_10009783383750950979
ceretta all'inguine con Vett,
ceretta all'inguine con Vett,
ceretta all'inguine con Vett,

1 commento su “Da donna a donna

  1. I peli non crescono davvero ispessiti, con la lametta, solo che ne rimuovi la punta e devi aspettare che si allunghino per averli morbiti e fini e di ricambiarli tutti per riavere la punta, ma questo si può alleviare con il perossido, ma appunto visto che non si vuole i peli, in genere ci si continua a radere e non ci si pensa più.
    A volte effettivamente sono più grossi dopo averli rasati, ma non per il rasoio, è che da molto giovani togli il vecchio strato di peli fermo in attesa di essere ricambiato facendo ricrescere il nuovo, che ha già di suo la radice più grossa della parte che è già cresciuta, in genere per via degli ormoni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *