Una giornata a Matera la città dimenticata

Una giornata a Matera la città dimenticata

Una giornata delle mie vacanze in Puglia, dovevo assolutamente dedicarla a Matera la terza città più antica del mondo. Matera è una delle più interessanti destinazioni turistiche in Italia che ha acquistato fama internazionale grazie ai “Sassi”, caverne preistoriche scavate nella roccia, forse uno dei primi insediamenti umani in Italia.  Grazie alla loro similarità con molte zone attorno a Gerusalemme, i Sassi sono stati usati come set di diversi film tra i quali “Il Vangelo secondo San Matteo” di Pasolini e “La Passione di Cristo” di Gibson.

Oggi i Sassi di Matera offrono al visitatore un grande paesaggio culturale, motivo per il quale l’UNESCO li ha inseriti nella lista del Patrimonio Mondiale.

Durante il regime fascista, Carlo Levi, scrittore, pittore, politico e antifascista italiano, fu spedito in questa zona lucanica dove visitò i Sassi quando erano all’apice di un collasso demografico, che andava avanti da quattro secoli. Gli abitanti erano aumentati in maniera esponenziale e le persone vivevano stretti stretti in piccoli locali anche insieme agli animali in condizioni igienico sanitarie estreme. Carlo Levi fu il primo a denunciare le condizioni di un paese Italiano, di cui l’Italia  stessa sembrava vergognarsene ed essersene dimenticata.

Grazie alla sua sensibilizzazione dal 1952 inizio’ il processo di sfollamento dei Sassi di Matera e molti tra uomini politici e di cultura iniziarono ad occuparsi di questa realtà.

L’opera di Carlo Levi ” Cristo di è fermato ad Eboli” narra esattamente delle precarie condizioni di vita di questa popolazione lucanica, che al culmine ammontava a trentamila abitanti.

Matera una città che va vista con occhi profondi ed ascoltata con il cuore, perché anche se apparentemente silenziosa ci racconta millenni di storia, rabbia e sofferenza umana.

Per questo motivo e quello che Matera mi ha trasmesso, il post di oggi non sarà improntato sul fashion, ci sono mie foto in cui indosso un outfit casual adatto a camminare molto e a temperature, vista la stagione, molto alte, ma ripeto più che farvi innamorare del mio look, oggi vorrei farvi innamorare di Matera e della sua storia millenaria.

DSC_0294
DSC_0295
DSC_0292
DSC_0325
DSC_0315-2
DSC_0330
DSC_0331
DSC_0322

27 commenti su “Una giornata a Matera la città dimenticata

  1. Splendida Matera, conto di andarci ma non in estate perché per le foto landscape mi piace che sia più vuota possibile! E’ davvero stupenda, sembra un set di un film d’altri tempi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *